Molino Spadoni Spa PDF Stampa E-mail

 

È dal 1455 che il Molino di Coccolia macina il grano.
Cristoforo Colombo aveva appena compiuto quattro anni, l’Italia era in pieno fermento rinascimentale. E dalle nostre parti , fra Forlì e Ravenna, c’erano poche case, un bosco di noci (“cocle” in dialetto, da cui Coccolia) e un canale, il Ravaldino, che si getta nel Ronco. Proprio su questa confluenza, c’era e c’è ancora un bel mulino, fatto costruire dalla storica famiglia di Pier Capponi.

È dal 1923 che il Molino si chiama Spadoni.
Nella Galleria delle Carte Geografiche, in Vaticano, la rilevanza del Molino di Coccolia è attestata fin dal ‘500: aveva un peso pari a quello delle vicine città di Forlì e Ravenna. Livio Spadoni nel 1923 decise di acquistare lo storico Molino e di dare una nuova e marcata impronta all’attività. Questo spirito di innovazione venne ancor più rafforzato dal figlio Libero, che nel primo dopoguerra proseguì l’opera paterna dando avvio ad una produzione di qualità che non mancò mai di soddisfare i più esigenti artigiani.

È dal 1980 che è sinonimo di farine speciali.
Ed è con gli anni ’80 che sotto la guida di Leonardo Spadoni – e siamo alla terza generazione – l’innovazione crea le farine e le miscele speciali: proposte sempre nuove, che nascono da approfondite ricerche e sperimentazioni per offrire il meglio al mondo della pizzeria, della panificazione, della pasticceria.

spadoni-stabilimento

MOLINO SPADONI S.p.A.
Via Ravegnana, 746
48010 – Coccolia (RA)
Tel. +39 0544 569056
Fax +39 0544 569199